Sostituzione Caldaie e Condizionatori - Foto 1

Sostituzione Caldaie e Condizionatori

indietro

Affinché la sostituzione del generatore di calore della propria casa, comunemente detto caldaia, sia ben condotta, si devono verificare due possibili condizioni, previste dalle leggi:
la prima di tali condizioni è quella nella quale ci si avvale di un progettista abilitato e di un centro assistenza caldaie specializzato, che dovranno valutare il rendimento medio stagionale tenendo conto del fabbisogno annuale di energia primaria dell’edificio servito dalla stessa caldaia.
Per energia primaria si intende un’energia presente in natura senza la necessità di ulteriori trasformazioni per poter essere utilizzata.

La seconda condizione è quella nella quale si può evitare il suddetto calcolo termico perché si verificano le seguenti prescrizioni: la caldaia installata abbia un rendimento utile, al 100% della potenza, pari almeno a 90 + 2 logPn2 e siano installati una centralina di termoregolazione in ogni unità immobiliare e dei dispositivi modulanti (con variazione continua tra i livelli di temperatura e non del tipo a stadi) per la regolazione automatica della temperatura in ogni locale dell’edificio o in ogni zona (se l’edificio è suddiviso in più zone termiche), non trascurando gli apporti di calore gratuiti legati alle caratteristiche di orientamento geografico dell’edificio.

Newsletter

Indirizzo e-mail: